“La cospirazione dell’inquisitore” – Presentazione e recensione

“La cospirazione dell’inquisitore” – Presentazione e recensione

16 Gennaio 2020 1 Di Giulia A.

Sabato 18 gennaio 2020, alle 18:00, presenterò il mio romanzo storico “La cospirazione dell’inquisitore”, edito da Leggereditore, nei bei locali della libreria Mondadori Bookstore di Vercelli.

Si tratta della prima presentazione del romanzo 🙂

Qui l’evento facebook
qui
la notizia dalle pagine Mondadori

Faccio un mestiere che ha molto a che fare con i libri, e partecipo a presentazioni spesso anche come relatrice. Eppure, per organizzare questa c’è voluta l’insistenza del mio amico (nonché socio di scrittura) Franco Ricciardiello, che insieme alla libraia Valentina Marcoli mi ha invitata a questa prima uscita pubblica 🙂

Qui sono con Franco Ricciardiello, proprio al Mondadori Bookstore di Vercelli, presentando il nostro “Manuale di scrittura di fantascienza”
Con Valentina Marcoli, responsabile del Mondadori Bookstore di Vercelli, nel corso della rassegna “Vercelli Fantastica”

Con Valentina Marcoli e Franco Ricciardiello ci sarà anche Alice Uli Protto, musicista, artista e attivista, che leggerà qualche brano tratto dal libro.

Già da adesso non so come ringraziare tutti loro, e spero di riuscire a comuncare a chi assisterà quanto mi è piaciuto scrivere questo romanzo e soprattutto addentrarmi nella conoscenza del Basso Medioevo italiano: un periodo complicato e acceso di contrasti, un periodo colto e aperto al cambiamento, in un mondo che, per citare Le Goff, è insieme familiare ed esotico.

Ringrazio molto anche Giuseppe Cuminatto, esperto della materia. Giuseppe gira l’Italia insieme a sua moglie, la scrittrice di romanzi storici Elide Ceragioli, partecipando a fiere del libro ed eventi storici, e condividendo con altri autori e autrici il suo banco e la visibilità.

Elide Ceragioli al Festival del Medioevo

Grazie alla disponibilità di Giuseppe e di Elide, il mio romanzo è stato al Festival del Medioevo, alla fiera “Libri al centro” di Castelfranco Emilia e al Modena BUK Festival, e ha avuto ulteriori opportunità di finire nelle mani di diversi lettori e lettrici interessati.

Giuseppe ha letto il mio romanzo e ha pensato di mandarmi una sua recensione, che pubblico con molto piacere.

Un parere del genere mi riempie di gratitudine, sia per la fiducia data al romanzo a inizio lettura, sia perché arriva da un lettore esperto e studioso: è come se avessi passato un esame! Grazie!

La cospirazione dell’inquisitore
Recensione a cura di Giuseppe Cuminatto

Normalmente i libri li scelgo o mi vengono proposti per una recensione, ma in questo caso non è detto che vada oltre le prime pagine.
“La cospirazione dell’inquisitore” non l’ho scelto né mi è stato proposto: mi è capitato in mano; non sto a raccontare qui come. Non so se incontrandolo lo avrei scelto. Il titolo è sicuramente stimolante per un amante del romanzo storico. La copertina ha un suo fascino, anche se non sprigiona un’attrattiva immediata, ma ha bisogno di uno sguardo approfondito e attento per apprezzarne la bellezza e il valore, ma la scritta che definisce il volume un “romance storico” per me è scoraggiante e fuorviante. Non voglio denigrare il genere romance, ma lo ritengo un’altra cosa. Qui siamo sì di fronte a una storia d’amore, ma con una contestualizzazione, uno stile, una forma, un linguaggio, una precisione che, se si può definire romance questo, lo stesso genere può essere attribuito a “I promessi sposi”… e non so quanti sarebbero d’accordo!
Giulia Abbate ha intessuto una storia con tutti crismi della plausibilità, inserita in un contesto storico, geografico e socio-politico precisi, ben circoscritti, frutto evidente di una ricerca seria, approfondita e meticolosa. I protagonisti e tutti quelli che li circondano più che personaggi sono persone con una carica di umanità che li rende veri; buoni o cattivi, positivi o negativi, sono esseri umani con i pregi e i difetti che caratterizzano l’uomo da sempre, inseriti magistralmente nel loro contesto storico dove credenze e fede hanno confini labili, dove sentimenti e ragione si scontrano e si integrano, dove amore, odio, interessi personali, presunzione, amicizia, buon cuore e intrallazzi sono pane quotidiano.
Il lettore viene preso per mano e condotto a seguire, con coinvolgimento sempre più diretto, le vicissitudini di Elisa e Riccardo, ma anche dei tanti personaggi “minori” che li circondano, che ne condividono il destino o lo contrastano, ma che vivono il loro tempo, la loro storia, la loro vita: il tutto in un Medioevo che sta avviandosi alla fine senza saperlo e in una terra con un fascino indiscusso, seppur nella sua semplicità.
La narrazione scorre descrivendo fatti e persone nella loro cruda realtà, ma con una leggerezza che aiuta non fermarsi mai e quel pizzico di erotismo che esalta e rende veri i rapporti umani, senza dissacrare, ma valorizzandola e rendendola “vera”.
L’autrice ha saputo dar vita ad un’opera di ottimo livello letterario, scritta con maestria e una forma che coinvolgono il lettore dalla prima all’ultima pagina senza mai annoiarlo né affaticarlo, con una ricchezza lessicale non scontata e assolutamente consona all’epoca descritta.
Un romanzo storico a pieno titolo, da leggere, godere e poi condividere, perché certi libri non possono restare per pochi!

Giuseppe Cuminatto, Romanzi storici di Elide

Ringrazio ancora Giuseppe ed Elide, compagni di strade libresche, sicura che cammineremo ancora insieme.

E ti aspetto al Mondadori Bookstore di Vercelli, insieme a Franco Ricciardiello, Alice Uli Protto e Valentina Marcoli.
Faremo un viaggio nel pazzo Medioevo! 😇

Presentazione di “La cospirazione dell’inquisitore” di Giulia Abbate, Leggereditore
Sabato 18 gennaio 2020, ore 18:00
Mondadori Bookstore, va Cavour 4, Vercelli
Con Valentina Marcoli, Franco Ricciardiello, Alice Uli Protto, Giulia Abbate